• IMPIANTI A LIVELLI
  • 10427244_551801991608277_5895783653116159312_n.jpg.jpg

G.M. Impianti Elettrici è un azienda specializzata in impianti elettrici civili e industriali, che opera in realizzazioni degli impianti sia di energia elettrica sia di automazioni i quali i cancelli, impianti di trasmissione dati, impianti di TV via cavo e satellite, impianti di videosorveglianza e impianti fotovoltaici

Specializzata anche negli interventi di rifacimento dei vecchi impianti elettrici sia domestici che industriali.

L’impresa, infatti, è in possesso delle regolari autorizzazioni per il rilascio dei certificati di conformità sugli impianti. Per essere considerati a norma, gli impianti devono essere dotati di questo certificato che ne attesta la conformità alle disposizioni contenute nel decreto legislativo numero 37 del 2008.

Sopralluoghi e preventivi


preventivi, casa, illu,imazione

Impianti a livelli

impianti elettrici, fili, corrente

 

NUOVA NORMA CEI 64-8 – CAPITOLO 37 AMBIENTI RESIDENZIALI

La nuova norma CEI 64-8, al Capitolo 37, adotta una classificazione degli impianti elettrici in tre livelli, con regole da applicarsi agli impianti di unità immobiliari a uso residenziale.

Questa classificazione descrive ciò che gli utenti potranno scegliere nel momento in cui, rivolgendosi a un installatore di impianti elettrici, decidano di installare un nuovo impianto oppure di rinnovarlo.

L’utente finale potrà d’ora in poi chiedere all’installatore che la realizzazione dell’impianto elettrico sia di livello 1, 2 o 3, dove il livello 1 individua la configurazione minima che dovrà avere un impianto perché possa essere considerato a norma. I livelli superiori 2 e 3 aumentano le prestazioni dell’impianto e quindi la sua fruibilità che si adegua alle necessità degli utenti e alla morfologia dell’habitat.

I 3 livelli sono personalizzabili in base alle esigenze di dotazione e garantiscono il rispetto degli standard di qualità, efficienza e sicurezza. Nel dettaglio:

LIVELLO 1

– è il livello minimo per cui un impianto possa essere considerato a norma e prevede:

un numero minimo di punti-prese e punti-luce in funzione della metratura o della tipologia di ogni locale dell’appartamento;
un numero minimo di circuiti in funzione della metratura dell’appartamento;
almeno 2 interruttori differenziali al fine di garantire una sufficiente continuità di servizio

LIVELLO 2

- rispetto al livello 1, prevede un aumento della dotazione e dei componenti, oltre che l’installazione di dispositivi per la protezione e la sicurezza della casa quali il videocitofono e l’anti-intrusione.

LIVELLO 3

- oltre a un ulteriore aumento delle dotazioni, introduce la domotica a beneficio del risparmio energetico all’interno dell’abitazione. L’impianto per essere considerato domotico deve gestire almeno quattro funzioni domotiche, tra cui: anti-intrusione, controllo carichi, gestione comando luci, gestione temperatura, gestione scenari, controllo remoto, sistema diffusione sonora, rilevazione incendio, sistema antiallagamento e/o rilevazione gas.

 

G.M. IMPIANTI ELETTRICI | 99/A, Strada Dei Piovini - Valli - 30015 Chioggia (VE) - Italia | P.I. 04154020277 | Cell. +39 340 8738896   - Cell. +39 338 8636141 | gm.impianti@pec.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy